Bmps: Daaca: avviata procedura costituzione nuova area.

Nelle giornate del 19 e 20 novembre le Organizzazioni Sindacali del Gruppo MPS sono state convocate per il primo incontro previsto dalla procedura contrattuale avente come oggetto l’ accentramento delle attivitĂ  amministrative, contabili ed ausiliarie presenti in tutto il Gruppo in una unica divisione (DAACA), riguarderĂ  un totale di 2344 lavoratori e sarĂ  posta sotto il diretto coordinamento della Direzione COO.
Ancora una volta l’Azienda ha avviato la trattativa sovrapponendo nella stessa contrattazione temi relativi a procedure sindacali diverse quali la creazione dell’Area DAACA e la riorganizzazione della parte IT che rimarrĂ  all’interno del COG con una struttura che incomprensibilmente mantiene in essere gli attuali organismi societari non coerenti con l’attuale politica di contenimento dei costi.
Prendendo atto delle contestazioni sindacali su tale modalità, la Banca ha confermato che per tale riorganizzazione, compresa la futura “razionalizzazione dei poli geografici”, ci sarà uno specifico confronto.
In premessa è stato chiarito che il confronto in corso riguarda esclusivamente la costituzione della divisione DAACA della DG, il cui perimetro è diverso da quello previsto nel Piano Industriale relativo alle esternalizzazioni sulle quali le scriventi OOSS confermano la propria contrarietà. Ogni notizia che afferma cose diverse circa trattative su numeri, attività e composizioni societarie inerenti le esternalizzazioni è del tutto infondata.
L’ Azienda ha dichiarato che la creazione della nuova divisione DAACA è funzionale all’ottimizzazione dei processi e ad un miglior presidio delle lavorazioni e che non sono previste mobilitĂ  territoriali.
Le OO.SS, rilevando la disomogeneitĂ  delle lavorazioni interessate al progetto, hanno chiesto maggiori e piĂą dettagliate informazioni all’Azienda circa le lavorazioni interessate, l’ubicazione ed i ruoli dei colleghi coinvolti.
La creazione della divisione, inoltre, comporterĂ  il passaggio a MPS degli unici due dipendenti del COG, nonchĂ© la cessazione dell’assegnazione fino ad ora operante per i dipendenti MPS del Consorzio Operativo mentre, per i colleghi distaccati dalle societĂ  del Gruppo al Consorzio, la Banca subentrerĂ  nel distacco stesso. Su questi temi sono stati chiesti ulteriori approfondimenti anche di natura contrattuale.
Poco convincenti sono risultate le risposte circa i criteri di individuazione delle risorse in presenza di piĂą addetti alla mansione da conferire nella divisione: i criteri di prevalenza di adibizione pari almeno al 70% e delle segnalazioni dei Capi Servizio sembrano incongruenti con i dati forniti e si ritengono necessari ulteriori approfondimenti.
Restano forti le perplessitĂ  sul senso complessivo del progetto, la sua effettiva organicitĂ  ad un’organizzazione del lavoro in profondo cambiamento, l’assenza di fasi di sperimentazione e confronto che spesso, in passato, hanno contribuito a meglio definire e migliorare i processi, il perdurare di un atteggiamento aziendale costantemente teso a negare il merito del confronto.
Alla luce di quanto sopra esposto, assumono ancora maggiore rilevanza le iniziative di lotta e mobilitazione programmate :

  • 23 novembre 2012 sciopero di tutti i colleghi del COG
  • 24 novembre 2012 sciopero dei colleghi del COG turnisti martedì/sabato
  • 23/24/25/26 novembre 2012 sciopero dello straordinario in tutta la Banca

.

Siena, 21 novembre 2012
Le Segreterie

Back to top button