Rsa Viterbo: Le parole giuste

By: Domenico Miglietti - All Rights Reserved
By: Domenico Miglietti – All Rights Reserved

Come la Dtm di Viterbo dovrebbe ben sapere, NONOSTANTE l’impegno profuso dai dipendenti nel tenere alto il nome del Monte e nel compiere il proprio dovere in condizioni DIFFICILI, se non IMPOSSIBILI (vedi alla voce “sicurezza e manutenzione degli ambienti di lavoro”), i clienti non vivono nel mondo di Alice e i giornali li leggono.
PURTROPPO negli ultimi anni, dopo una classe di dirigenti che ha lasciato il peggior dissesto bancario possibile, chi ne ha preso il posto non è stato in grado di risollevare le sorti della banca, anzi…non è stato neppure capace di difenderla dagli attacchi strumentali di certa stampa e della speculazione.
NONOSTANTE i proclami sulla centralità dei clienti, i documenti sull’etica e sulla correttezza, PURTROPPO per noi che ci lavoriamo, la prassi quotidiana (come la Dtm di Viterbo ben sa), è fatta di pressioni commerciali ripetute più volte al giorno sui singoli prodotti.
Questo rende ancor più DIFFICILE il nostro lavoro, ma NONOSTANTE tutto ci PROVIAMO a mantenere e recuperare credibilità, che per la banca è la cosa più necessaria.
E tutto questo lo facciamo NONOSTANTE i risultati di bilancio abbiano sempre il segno meno e gli stipendi degli alti dirigenti, che dovrebbero assumerne la responsabilitĂ , sempre il segno piĂą.
Perciò alla Dtm di Viterbo, chiediamo di rispettare la dignità dei titolari di filiale e di tutti i colleghi che credono ancora nel proprio lavoro, e con l’occasione riportiamo la citazione di Nanni Moretti nel film “Palombella Rossa” “ Le parole sono importanti…”Bisogna trovare le parole giuste”…”Chi parla male, pensa male e vive male…”
Vi ricordiamo che PURTROPPO o per fortuna, senza l’impegno di questi (dei titolari ma anche di tutti i colleghi), il futuro delle vostre poltrone con relativi stipendi sarebbe IMPOSSIBILE.
Viterbo, 15 maggio 2015                La segreteria

Back to top button