Mps: le perdite economiche sul cia derivanti dall’accordo quadro

Qui di seguito riportiamo alcune cifre relative alla quantificazione delle perdite economiche derivanti dall’Accordo Quadro firmato il 19 dicembre 2012 da Fabi, Fiba-CISL, Ugl Credito, Uilca di cui fa parte la drastica revisione del Contratto Integrativo Aziendale in Monte dei Paschi.

Per tutti i Lavoratori ricompresi nella fascia di anzianitĂ  da 0 a 11 anni alla data del 31/12/12 (quindi i piĂą giovani)
Le perdite, derivanti dalla cancellazione delle norme sulla Maggiorazione Assegno di Livello (art.17 CIA), sulla Polizza Vita CIA (art.17 CIA) e sull’Assegno
che equipara il 3A3L al 3A4L(art.18 CIA), si possono così quantificare:

  • Maggiorazione assegno di Livello

€ 53,54 (differenza tra € 133,86 e € 80,32) che spettano dopo 12 valutazioni, per 13 mensilità pari a € 696 circa per anno.
Considerato che questo importo veniva percepito per l’intera vita lavorativa (e cioè sino a 42 anni di servizio circa) la perdita ammonta a:
€ 696 X 30 anni = € 20.880 circa

  • Polizza Vita CIA

Dopo 6 valutazioni: € 154,94 all’anno per 36 anni = € 5.577
Dopo 17 valutazioni: € 258,33 all’anno per 25 anni = € 6.455
Per coloro che al 31/12/12 non hanno ancora maturato 6 anni di anzianità di servizio, la perdita per la mancata erogazione della Polizza CIA ammonta quindi ad un totale di € 12.032.
Per coloro che alla data del 31/12/12 non abbiano ancora maturato 17 anni di anzianità di servizio, la perdita è comunque molto consistente, pari a € 6.455.

  • Assegno che equipara il 3A3L al 3A4L

Dopo 18 anni valutazioni: € 190,03 X 12 mensilitĂ  = 2.280 all’anno

Se il Lavoratore non venisse promosso successivamente (a 3A4L o a Quadro) la perdita sarebbe: per i successivi 5 anni € 11.440, per 10 anni € 22.800, per 15 anni € 34.200 e per 24 anni € 54.700.
Per i Lavoratori che hanno anzianitĂ  superiori ai 12 anni al 31/12/2012
Pur avendo giĂ  maturato la seconda Maggiorazione Assegno di Livello, le perdite si possono quantificare in:

  • Assegno che equipara il 3A3L al 3A4L

€ 190,03 X 12 mensilitĂ  = 2.280 all’anno
x 5 anni = € 11.440
x 10 anni = € 22.800
x 15 anni = € 34.200
x 24 anni = € 54.700

  • Polizza Vita CIA

Dopo 17 anni valutazioni: € 258,33 all’anno x 25 anni = € 6.455
Per i Lavoratori con anzianitĂ  piĂą elevate

  • Maggiorazione Assegno di Grado (per gli assunti ante dicembre ’95)

– Dopo 17 valutazioni: € 93,70 x 13 mensilitĂ  = € 1.218 all’anno
(differenza tra i € 227,56 spettanti per il terzo scatto e i € 133,86 già percepiti per il secondo scatto)
– Dopo 22 valutazioni: € 227,56 x 13 mensilitĂ  = € 2.958 all’anno
(differenza tra i € 455,12 spettanti per il quarto scatto e i € 227,56 già percepiti per il terzo scatto)
______________________
IndennitĂ  e inquadramenti

  • per gli operatori di sportello:

€ 31,67 x 12 mensilitĂ  = € 380 all’anno
– maggiorazioni del 7% e del 9% per adibizioni oltre le 6 ore e 30
– equiparazione alle grandi piazze per chi opera in piazze minori
(Si passa da € 126,62 a € 94,95 al mese)

  • premio di fedeltĂ  al 25° anno = 1 mensilitĂ 
  • ultimo scatto (13° scatto per gli assunti entro il 31/12/94, il 9° per gli assunti dal 1/1/95)

€ 30,68 x 13 mensilità = € 398 (per Aree Professionali e QD1/QD2)

  • indennitĂ  di pendolarismo

L’accordo quadro in materia di trasferimenti compie un cambio radicale nella prassi aziendale esistente introducendo il principio di trasferimento d’ufficio senza nessuna ricerca del consenso da parte del Lavoratore.
Il CIA precedente prevedeva il riconoscimento di indennitĂ  di pendolarismo con le seguenti modalitĂ :
Aree Professionali: entro 15 km → € 70 al mese
da 16 a 25 km → € 117 al mese
da 26 a 30 km → € 140 al mese
Quadri Direttivi: entro 40 km → € 188 al mese
da 41 a 55 km → € 258 al mese
da 56 a 75 km → € 350 al mese
Le predette indennitĂ  verrebbero sostituite dalle nuove previsioni dell’Accordo Quadro: totale discrezionalitĂ  aziendale, nessun indennizzo per trasferimenti entro i 30 km, penalizzazioni per diverse fasce chilometriche.

  • Prestazione lavorativa Quadri Direttivi

Le previsioni dell’art.26 del CIA sono state interamente cancellate (erogazione al minimo €1000 per QD1 e QD2 e €1600 per QD3 e QD4).

  •  inquadramenti

con l’adozione del solo CCNL si avranno inquadramenti inferiori e non saranno più previsti i ruoli chiave (compresi gli MTE).
Esempio:
– titolare di filiale con 3-4 addetti → si passa da QD2 a QD1
perdita di € 176 al mese circa
– titolare di filiale con 5-6 addetti → si passa da QD2 a QD1
perdita di € 176 al mese circa
______________________
Tutto quanto sopra riportato non sarĂ  ricompreso nella cifra del risparmio dei costi dichiarato nel Piano Industriale.
Il montante recuperato dai tagli al CIA servirĂ  unicamente ad accrescere a dismisura la discrezionalitĂ  aziendale nell’erogazione del salario incentivante.
Tolgono salario e diritti a tutti per “premiarne” pochi.
Vogliono che nessuno si senta garantito nei propri diritti e nel proprio salario.
A tutto ciò si aggiungono anche penalizzazioni e/o cancellazioni relative a: trasferimenti a domanda, sicurezza, formazione, percorsi professionali, assunzioni, stage e valutazione del personale.
Siena, 11 gennaio 2013
LA SEGRETERIA FISAC-CGIL MONTEPASCHI

 

scarica comunicato

Back to top button